American Hustle – L’apparenza inganna

American Hustle

American Hustle

American Hustle – L’apparenza inganna è diretto da David O. Russell ovvero il regista del meraviglioso The Fighter e del pluripremiato Il lato positivo – Silver Linings Playbook. Le squadre che vincono non si cambiano e così Russell ha rivoluto al suo fianco sul set Christian Bale, Jennifer Lawrence, Amy Adams e Bradley Cooper con l’aggiunta dei prestigiosi innesti di Jeremy Renner e Michael Peña. Truffe, truffatori, truffati, corrotti e corruttori nell’America anni settanta in un intricato e arguto gioco di seduzione e inganni. La migliore interpretazione di Bradley Cooper inserita in una sceneggiatura di ferro, ingegnosa e stupenda. Aggiungiamo le ottime prove degli altri protagonisti ed è servito un buonissimo film, tagliente e micidiale. Anche American Hustler è giustamente destinato ad ottenere diverse nominations agli Oscar. Ne sentiremo parlare ancora a lungo. Particolare merito anche al trucco e parrucco. Soprattutto i personaggi maschili sono conciati con capigliature improbabili, pacchiane e impertinenti ma mai fuori luogo. Il look anni settanta viene portato all’eccesso sfiorando il grottesco. In realtà tutto l’impianto risulta volutamente kitsch. Un film che esce dagli schemi classici; infatti non appartiene a nessun genere specifico. Si regge magnificamente su se stesso grazie all’impegno di tutti: sceneggiatori, regista, attori, costumisti e truccatori. Un perfetto lavoro d’equipe. Da vedere.

Voto: (drammatico)

I commenti sono chiusi.