Angèle e Tony di Alix Delaporte

Angèle e Tony

Angèle e Tony

Angèle e Tony (titolo originale: Angèle et Tony) venne presentato alla Mostra del Cinema di Venezia nel 2010 ma uscì ufficialmente sugli schermi italiani solo nel mese di Aprile del 2011. Si tratta del primo film diretto da Alix Delaporte e i protagonisti sono Clotilde Hesme e Grégory Gadebois. Angèle è una mamma appena uscita di prigione che cerca il compagno con il quale rifarsi una famiglia e magari riconquistare il figlioletto che è stato temporaneamente assegnato ai nonni. Il padre di Angèle è morto in un incidente a causa del quale la protagonista era finita dietro le sbarre della prigione. Il primo incontro con il freddo Tony non lascia presagire nulla di buono ma Angèle non demorde e torna più volte alla carica per cercare di conquistare il rude (ma tenero) pescatore Tony. Un film minimalista, con dialoghi brevi e apparentemente freddi. La regia è volutamente timida. La storia d’amore non è per nulla convenzionale nè banale; spesso non sembra nemmeno una storia d’amore. I sentimenti non vengono raccontati con la forza delle parole bensì, ben più sottilmente, attraverso atteggiamenti ed espressioni corporee nonchè facciali degli stessi protagonisti. Un film, per certi versi, d’amore ma senza melensi sentimentalismi. Crudo ma al tempo stesso caldo. Tenero ma distaccato. Un racconto delicato ben scritto, ben diretto e ben recitato.

Voto: 7-

I commenti sono chiusi.