Contraband

Contraband

Contraband

Contraband di Baltasar Kormákur con Mark Wahlberg (Chris Farraday), Kate Beckinsale (Kate Farraday), Ben Foster (Sebastian Abney) e Giovanni Ribisi (Tim Briggs). Altri interpreti: Lukas Haas, Caleb Landry Jones, Diego Luna, J. K. Simmons, Robert Wahlberg, Adrian Martinez, Juliette Enright, Michael Beasley, Ned Yousef, Kirk Bovill, Deneen Tyler, Jay Amor, Jeff Galpin, J. Omar Castro, Douglas M. Griffin, Jackson Beals, Russell M. Haeuser, Monica Acosta, Jaqueline Fleming, Connor Hill, Randy Austin. Sinossi: Chris Farraday è un ex contrabbandiere che si è faticosamente ricostruito una vita da onesto cittadino dopo avere trascorso anni da fuorilegge. Ora ha una rispettabile famiglia: moglie e figli a cui è profondamente legato. La vita scorre serenamente fino a quando il cognato commette la stupidaggine di pestare i piedi a pezzi grossi della malavita organizzata. Moglie e figli del protagonista vengono quindi coinvolti, loro malgrado, nelle trame dei contrabbandieri e Chris è costretto a tornare nel giro per difendere e proteggere l’intera famiglia. Recensione: questo apprezzabilissimo thriller diretto con mano sicura dall’islandese Baltasar Kormákur, dopo essere uscito negli Stati Uniti d’America (e in quasi tutto il mondo) già da Gennaio 2012, uscì anche in Italia – dopo innumerevoli rinvii – solo a fine luglio del medesimo anno. Mark Wahlberg ha già più volte dimostrato di trovarsi a suo agio nei ruoli da duro e puro come in Shooter e The Departed (a cui Kormákur stringe più volte l’occhiolino). Con Contraband lo conferma una volta di più. Quasi due ore di alta tensione e grande azione. Un plot degno di qualsiasi thriller tradizionale e un’ambientazione che spazia dal porto di New Orleans a Panama. I momenti più carichi di pathos vengono sottolineati con un abbondante uso (ai limiti dell’abuso) della camera a mano, rendendo le immagini instabili e schizofreniche. Un irriconoscibile Giovanni Ribisi si ritaglia il ruolo del villain di turno. Nonostante l’evidenza di un postulato scientifico del tutto discutibile faccia da motore alle vicende del pre-finale, siamo di fronte ad un film assolutamente degno di un’attenta visione. Buon Divertimento!

Voto: 7-

I commenti sono chiusi.