Gianni e le donne

Gianni e le donne

Gianni e le donne

Dopo avere diretto con grande successo Pranzo di Ferragosto, Gianni Di Gregorio ne ha anche scritto una sorta di sequel non ufficiale: Gianni e le donne. Nel ruolo della madre è sempre presente Valeria De Franciscis che all’epoca del film (nel 2011) aveva ben 96 anni ed è mancata solo pochi mesi fa poco prima di compiere il secolo di vita. Gianni e le donne è girato nel medesimo stile asciutto, lineare e semplice del film precedente ma senza quella originalissima vena ironica che caratterizzò Pranzo di Ferragosto. L’ironia, più velata, è comunque presente ma coperta dall’amarezza di un “giovane” pensionato che si rapporta, pensieroso, con tutte le donne che lo circondano, cosciente del fatto che un uomo non più giovane ma nemmeno ancora vecchio deve vedere il mondo con un occhio differente. Non c’è tristezza nel girato ma semplice amarezza. Il tempo scorre e non è facile adattarvisi. Gianni ne è consapevole ma fatica ad accettarlo.

Voto: 6-

I commenti sono chiusi.