Il Buono il Matto il Cattivo

Il Buono il Matto il Cattivo (titolo originale: The Good, The Bad, The Weird – 좋은 놈, 나쁜 놈, 이상한 놈) di Jee-woon Kim uscì in Italia a fine novembre del 2011 ma quasi nessuno se ne accorse. Nelle pochissime sale in cui venne programmato riuscì a racimolare solo pochi spiccioli di incasso.

il buono il matto il cattivo

il buono il matto il cattivo

In realtà si tratta di un film tutto sommato piacevole. Una rilettura e riscrittura del genere di Sergio Leone in chiave sud coreana. Cowboys orientali che si sfidano alla ricerca di una classica mappa che porta ad un classico tesoro. La narrazione è spettacolarizzata e fotografata con colori carichi e vistosi. Riprese mozzafiato e sparatorie mirabolanti in un contesto da far east (anzichè far west). Di certo il tocco coreano rende il film piuttosto eccentrico ma godibile. Scene divertenti fanno da collante, qui e là, tra questa e quella scena d’azione ipermovimentata, trasformando il film in un simpatico e apprezzabile carrozzone. Il gusto scivola a volte sul kitch ma è un peccato che gli possiamo perdonare senza problemi. Anche quelle facce un po’ così, con quelle espressioni un po’ così, di quegli interpreti orientali del tutto sconosciuti a noi italiani (Il Matto: Kang-ho Song, Il Cattivo: Byung-hun Lee e Il Buono: Woo-sung Jung) contribuiscono alla buona riuscita dell’opera.

Voto: 6

I commenti sono chiusi.