La pelle che abito

Pedro Almodóvar due anni fa entrò nel genere horror con La pelle che abito (La piel que abito) e lo fece alla sua maniera.

La pelle che abito

La pelle che abito

Antonio Banderas esordì al cinema nel 1982 nel film Labirinto di passioni diretto da Pedro Almodóvar. Da allora ha intrapreso l’invidiabile percorso artistico che tutti conosciamo. Dopo un giro lunghissimo, nel 2011 tornò là dove tutto ebbe inizio: recitare sotto l’ala protettiva del regista spagnolo. Il protagonista di La pelle che abito è un pazzoide e rivoluzionario chirurgo che sta sperimentando un innovativo sistema cutaneo umano capace di un’incredibile resistenza. La discutibile eticità degli esperimenti scientifici condotti dal chirurgo sono solo la punta di uno sconvolgente iceberg che si palesa poco alla volta. Nonostante il genere sia differente dal solito, non si può dire altrettanto dello stile che rimane tipicamente Almodovariano. Anche la presenza di Marisa Paredes contribuisce, come una mitica icona, a marchiare col fuoco quest’operazione artistica tanto intrigante quanto coinvolgente.

Voto: 7

I commenti sono chiusi.