Limitless

Limitless

Limitless

Limitless di Neil Burger con Bradley Cooper, Robert De Niro, Abbie Cornish, Anna Friel e Andrew Howard. Limitless è un film uscito nel 2011. Uno scrittore è in piena crisi psico-creativa. Depresso e psicologicamente a terra, trova conforto in un farmaco (ancora sperimentale) che ha il potere di liberare il cervello dai normali limiti di cui è dotato ogni essere umano. Una eccitante sensazione di onnipotenza pervade immediatamente lo scrittore che diventa un super-lucido-esperto in molte materie prima solo superficialmente conosciute. L’effetto, però, non è eterno e sale quindi la necessità di assumere altre pillole. Inizia così la ricerca per l’ex-cognato (con un passato da spacciatore) che gli fornì la pillolina magica. L’uomo viene trovato ma… già cadavere. Si scopre che anche altri erano interessati al portentoso farmaco e l’atmosfera si tinge di nero. Dopo un breve inizio con tinte da commedia, il film vira rapidamente verso un clima da thriller. Un elevato ritmo tiene ferma l’attenzione dello spettatore e non permette di percepire lo scorrere del tempo. Sono stati utilizzati tutti i possibili espedienti tecnici per descrivere visivamente il passaggio della mente da un stato di lucidità a quello di iperattività (indotta); la loro efficacia è stupefacente. Stupefacente come l’effetto del farmaco sulle percezioni dello scrittore. Una definizione perfetta, su cui siamo completamente d’accordo, è quella di Edoardo Becattini di Mymovies.it: il film è una dissolvenza continua fra molteplici suggestioni narrative. Il giudizio finale è positivo, pur con qualche riserva. Non è il film dei film ma è pur sempre guardabile. Senza infamia e con poche lodi. Come direbbero gli americani: “Pure Entertainment”.

Voto: 6+

I commenti sono chiusi.