Miracolo a Le Havre

Miracolo a Le Havre (Le Havre) di Aki Kaurismäki con André Wilms, Kati Outinen, Jean-Pierre Darroussin e Blondin Miguel. Dopo avere fatto parte della selezione in concorso al Festival di Cannes Miracolo a Le Havre approdò anche in Italia a fine 2011 ed ora è disponibilie in Home Video. Una storia di immigrazione, di umanità quotidiana e stretta attualità. Marcel Marx si guadagna da vivere lustrando le scarpe presso il porto di Le Havre in Normandia. Mentre scopre di dover accompagnare sua moglie all’ospedale per una grave malattia si imbatte in un ragazzo di colore arrivato clandestinamente nascosto in un container insieme ad altri connazionali. Idrissa è braccato dalla polizia ma trova in Marcel un aiuto fondamentale per nascondersi in attesa di poter proseguire il viaggio per raggiungere la famiglia a Londra. Tutta la comunità si stringerà attorno al ragazzo: dal fruttivendolo fino alla fornaia. Un commissario di polizia professionale ma tenero di cuore farà il resto. La piaga dell’immigrazione clandestina è un argomento trattato assiduamente dal cinema d’autore europeo e naturalmente anche Aki Kaurismäki ne ha mostrato una personale visione. Un racconto di una tenerezza molto amara girato con il tocco delicato del regista finlandese.

Voto: 7+

I commenti sono chiusi.