Sky Captain and the world of tomorrow

Sky Captain and the world of tomorrow
Sky Captain and the world of tomorrow

Per girare Sky Captain and the world of tomorrow il regista Kerry Conran utilizzò le migliori tecnologie disponibili nel 2004 al fine di ricreare un film che somigliasse ad una pellicola di fantascienza stile anni ’30. Gli attori sono reali ma tutto il resto è ricreato digitalmente. Jude Law, Gwyneth Paltrow, Angelina Jolie insieme a Giovanni Ribisi hanno recitato per il 90% contornati solo da blu screen; tutta la scenografia è creata in CGI. E’ stato pure (virtualmente) resuscitato Sir Laurence Olivier. Le atmosfere sono rese volutamente vintage grazie ai colori seppiati, costumi d’antan ed effetti speciali in stile Il Pianeta Proibito (del 1956). In origine era un corto. Per trasformarlo in un lungometraggio, ne è stata dilatata la storia ma con una buona efficacia. L’impatto finale è di grande effetto e di assoluta originalità. Tra una scena e l’altra, le citazioni cinematografiche si sprecano. Troviamo riferimenti a film come La guerra dei mondi, King Kong, L’isola del Dr. Moreau, il già citato Il Pianeta Proibito e numerosi altri. Jude Law arriva pure ad ammiccare al robot di AI – Intelligenza Artificiale.

Il mondo è in pericolo. Sono scomparsi sette scienziati. Molte capitali come Londra, Madrid o New York sono state invase da enormi robot metallici che rubano energia. Un misterioso Sig. Totenkopf sta tramando un tetro piano per scopi misteriosi. Non resta altro che affidarsi al coraggioso aviatore Sky Captain (Jude Law). Tutto il resto è da scoprire seguendo lo scorrere del film.

Una pellicola non facile e totalmente fuori dal comune ma non trascurabile. Un esperimento per cinefili nostalgici e stanchi delle solite banalità. Accattivante.

Voto: 7-

Precedente American Life Successivo Birdman o (L'imprevedibile virtù dell'ignoranza)