Soul Surfer

Soul Surfer

Soul Surfer

Soul Surfer è un film di Sean McNamara con Helen Hunt e Dennis Quaid. La storia (vera) è straordinaria ma il film che la dovrebbe celebrare non lo è altrettanto. Nel 2004 Bethany Hamilton aveva tredici anni. Nata e cresciuta a Kauai nelle isole Hawaii, in una famiglia credente e praticante, Bethany ha sempre coltivato una passione innata: il surf. Dopo che uno squalo la attaccò procurandole una grave menomazione dovette iniziare un nuovo percorso tutto in salita. Tornare a cavalcare le onde dell’Oceano Pacifico non sarebbe stato più così facile. Grazie ad un carattere molto volitivo, alla fede e ad un viaggio nella Thailandia appena colpita dal terribile tsunami del 2004, Bethany compì il miracolo e ritornò quella campionessa sportiva su cui in pochi avrebbero ancora scommesso. Malauguratamente, il film a lei dedicato non è eccelso. Eccessivamente didascalico e patinato, rimane opera di mera finzione e non convince nè appassiona. Una vicenda così originale che racconta una rinascita straordinaria di una persona attualmente in vita (che ha partecipato attivamente anche alla realizzazione del film) avrebbe meritato di meglio.

Voto:

I commenti sono chiusi.