Tutta colpa di Freud

Tutta colpa di Freud

Tutta colpa di Freud

Tutta colpa di Freud è una garbata e deliziosa commedia diretta e sceneggiata da Paolo Genovese. L’iperattivo regista di Immaturi, Immaturi: il viaggio e Una famiglia perfetta (solo per citare tre esempi), ha riunito Marco Giallini, Anna Foglietta, Vittoria Puccini, Alessandro Gassman, Maurizio Mattioli, Claudia Gerini, Paolo Calabresi, Gianmarco Tognazzi e Lucia Ocone per farli partecipare alla messinscena di questa delicata e apprezzabilissima storia. Marco Giallini è Francesco, uno psichiatra divorziato e padre di tre amate figlie molto diverse tra loro. Una è combattuta tra amori lesbo ed etero, un’altra è innamorata di un uomo di trent’anni più vecchio di lei e la terza è un’eterna sognatrice oltre che titolare di una storica libreria di Roma. Tre anomale storie d’amore che si interconnettono toccando tasti delicati, per esempio l’omosessualità e la disabilità, senza mai deragliare ma camminando in punta di piedi. Il genere cinematografico “leggero” per definizione a volte riesce regalare delle perle. Tutta colpa di Freud nè la dimostrazione.

Voto: 7

I commenti sono chiusi.