Una canzone per Marion

una canzone per Marion

una canzone per Marion

Una canzone per Marion (titolo originale: Song for Marion) è un dramedy ovvero una commedia drammatico-romantica abilmente ruffiana, diretta da Paul Andrew Williams. Il grande vecchio Terence Stamp ne è il protagonista assoluto dal primo all’ultimo minuto con un’interpretazione intensa nel ruolo di Arthur. Vanessa Redgrave – nei panni di Marion – riveste il ruolo dell’anziana moglie, malata gravemente con una diagnosi impietosa; le rimangono pochi mesi di vita. I due sono innamoratissimi ora proprio come allora. Due caratteri agli antipodi ma legati indissolubilmente da una vita intera. Lui è un tipo burbero, cupo, introverso e scontroso. Non riesce ad esprimere i sentimenti che prova ed è gravato da un profondo senso di colpa per non essere riuscito a comportarsi da buon padre di famiglia. Lei, invece, nonostante la grave malattia è determinatissima nel continuare a cantare nel coro “della terza età” diretto dalla giovane Elizabeth (la Gemma Arterton già protagonista nel 2011 di Tamara Drewe – Tradimenti all’inglese). Sarà proprio l’intervento di quest’ultima a spingere l’uomo verso una deriva più ottimistica convincendolo che non è mai troppo tardi per cambiare e contribuendo così anche al recupero del rapporto umano, deteriorato da tempo, con il figlio e la nipotina. Obbligo di fazzoletti alla mano per chi scelga di vedere questo tenero inno alla famiglia.

Voto: 7 (sentimenti tra dramma e commedia)

I commenti sono chiusi.